Lombardia Bergamo
Bergamo

Cosa fare e vedere a Bergamo

Bergamo, capoluogo dell’omonima provincia, si divide in città Alta e città Bassa. Bergamo alta è il nucleo antico della città e domina l’intera regione bergamasca:

Read More »
Sicilia Palermo Mondello
cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere a Palermo

Palermo, capoluogo di Provincia, con un fascino del tutto particolare, è una delle città più belle d’Italia, con numerose testimonianze delle civiltà passate. Il periodo

Read More »
Campania---Salerno---Mozzarella-di-bufala-e-prosciutto-crudo
Campania

Cosa mangiare e bere a Salerno

Dalla costiera amalfitana a quella cilentana, la cucina della provincia di Salerno è un mix di sapori eccezionali, varietà di prodotti di prima scelta e

Read More »

Parco Nazionale del Gran Paradiso

Parco Nazionale del Gran Paradiso

Nel 1922 Re Vittorio Emanuele III firmava il decreto legge che istituiva il Parco Nazionale del Gran Paradiso in una zona tra Piemonte e Valle d’Aosta, l’unica montagna con altezza di oltre 4.000 metri interamente in territorio italiano.
Sono cinque le valli principali del parco: Val di Rhêmes, Val di Cogne, Valsavarenche, Valle dell’Orco e Val Soana. Il territorio del parco ricade a sud nel bacino idrografico dell’Orco e a nord in quello della Dora Baltea. I laghi più grandi e suggestivi del parco si trovano nella zona circostante il Colle del Nivolet da dove nasce il torrente Savara che confluisce nella Dora Baltea. All’interno si trova la “regione dei grandi laghi” considerata il cuore del parco nazionale: dalle sponde di questi specchi d’acqua il colpo d’occhio spazia su tutte le principali vette del Gran Paradiso e delle Levanne e offre un panorama incredibile grazie anche alle spettacolari cascate, come quelle di Lillaz in Valle d’Aosta e altre molto scenografiche sul versante piemontese.
L’animale simbolo del parco è lo stambecco: il maschio adulto può pesare oltre 100 kg e le corna possono arrivare anche a 100 cm. È possibile avvistare numerosi altri animali come camosci, aquile, volpi e marmotte. All’interno del parco sono allestiti numerosi rifugi, a cui si aggiungono i bivacchi per alpinisti ed escursionisti. Ognuno di essi ha diversi periodi di apertura e chiusura e in alcuni è data la possibilità di vitto e/o alloggio.

Emilia-Romagna---Modena---Palazzo-dei-Musei
cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere a Modena

Modena, capoluogo dell’omonima provincia, si trova lungo la storica Via Emilia romana, a ridosso della pianura del Po, su una piccola altura. Per due secoli

Read More »