Cosa mangiare e bere ad Ancona

cosa mangiare e bere a ancona

Fra i prodotti tipici della provincia troviamo il Salame di Fabriano, un salame lardellato, l’olio extra vergine che nasce da una sapiente tradizione frantoiana. I piatti solitamente vengono distinti fra quelli di mare e quelli di terra. Fra i primi ricordiamo il brodetto a base di molluschi, crostacei, pesce di scoglio e mare aperto; ingrediente caratteristico l’aceto che da carattere all’intingolo di pomodoro, e lo stoccafisso con patate pomodori ed erbe aromatiche più olive e acciughe. Fra i piatti di terra spiccano i vincisgrassi, pasticcio di lasagne finissime infarcite con besciamella, e un ragù di manzo salsiccia prosciutto rigaglie e funghi porcini. Per quanto riguarda le carni, troviamo principalmente le carni bianche come pollo e coniglio, preparate in porchetta o in potacchio. Senza tralasciare le carni rosse come la porchetta e all’agnello alla brace. A metà strada fra i piatti di mare e quelli di terra troviamo il pollo-pesce con olive tonno e alici. Fra i dolci è possibile assaporare la ciambella all’anice, la lonza di fico, un tipo di salame impastato all’antica con fichi secchi e frutta a guscio e il bostrengo. Celebri sono i vini come il Verdicchio, il Rosso Conero ed il Lacrima di Morro d’Alba, e i liquori, a base di anice o di caffè.