Cosa mangiare e bere a Viterbo

Viterbo ha un’importante tradizione norcina che si può gustare a tavola, con un antipasto a base di salumi, o camminando per le vie del centro storico dove nelle piccole botteghe troverete lo street food della Tuscia Viterbese, il panino con la porchetta! Il simbolo della cucina Viterbese: l’acquacotta, un’antica zuppa di verdure e pane raffermo, consumata spesso come piatto unico oppure, in inverno, le varie minestre di legumi. Tra i primi piatti vi serviranno poi la pasta fatta in casa, come i lombrichelli al sugo, le fettuccine, le pappardelle, spesso condite con sughi a base di cacciagione. Sublimi i funghi porcini dei Monti Cimini, al forno, fritti, con le patate o con le salsicce, vere e proprie delizie per il palato. Per dessert non mancheranno tozzetti con le nocciole, ciambelline al vino e crostate accompagnati, o meglio inzuppati, in un bicchiere di Aleatico di Gradoli o di Cannaiola. Il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino della Teverina, servito spesso come vino della casa.