Cosa mangiare e bere a Vicenza

La cucina vicentina è ricca di piatti di derivazione popolare ed è composta da sapori semplici, molto legati ai prodotti tradizionali del territorio. Alcuni di questi sono i formaggi dell’altopiano di Asiago tra i quali il famoso Asiago DOP, e il Morlacco o Burlacco, e gli insaccati come la soppressa vicentina, il prosciutto Veneto Berico-Euganeo DOP e quello della Val Liona, il salame d’asino. Fra i primi piatti sono rinomati i risotti conditi a secondo della stagione in cui si prepara; mentre i gnocchi possono essere conditi con un sugo a base di asparagi. Molto diffuse anche le zuppe, soprattutto la minestra di risi e bisi o la pasta e fagioli alla vicentina, che si differenzia da quella preparata nelle altre zone del Veneto per l’utilizzo di tagliatelle all’uovo, o anche la panà o zuppa di pane raffermo e brodo di pollo. E ancora i Bigoi co’ l’arna, sorta di grossi spaghetti di grano tenero tradizionalmente trafilati col torchio girato a mano e conditi con un ragù di anatra. Per quanto riguarda i secondi, celebre è il baccalà alla vicentina servito con la polenta, insieme alla trota dell’Astico (trota fario) da gustare cotta al cartoccio, alla griglia o lessa. Fra i piatti di carne spicca il toresan o torresano di Breganze ovvero il colombo fatto allo spiedo; mentre, come prodotti della terra ricordiamo ancora gli asparagi bianchi e il radicchio bianco di Bassano del Grappa, le patate di Rotzo, le ciliegie di Marostica, i funghi di Costozza ed i tartufi neri dei Colli Berici. I dolci, diffusi anche nel resto della regione, sono i Sanmartin di pastrafrola, il mandorlato, le fritole, la brazadela o brasadelo, focaccia dolce, la pinza, fatta con la polenta gialla. Tpici della provicnia sono il bussolà vicentino con la granella di zucchero e i grostoli di carnevale fritti nello strutto. Molto pregiati i vini, fra cui i vari tipi di Breganze e di Colli Berici; ricca come la produzione di distillati tra cui spicca la famosa grappa di Bassano.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa fare e vedere a Udine
Capoluogo dell’omonima provincia, Udine è una città molto elegante, ricca...
Cosa fare e vedere a Lucca
La città di Lucca è necessario visitarla partendo dal centro...
Cosa fare e vedere a Reggio Emilia
Reggio Emilia, capoluogo dell?omonima provincia, ? una ricca citt? d?arte...
Cosa mangiare e bere a Bolzano
La tradizione enogastronomica di questa provincia risente particolarmente delle influenze...
Cosa mangiare e bere a L’Aquila
La tradizione enogastronomica aquilana è contraddistinta da origini contadine e...
Cosa fare e vedere a Viterbo
Arte, storia, cultura, natura, benessere, folclore, shopping e buona cucina....