Cosa mangiare e bere a Verona

La tradizione enogastronomica veronese è ricca e rinomata in tutto il mondo, basata su piatti semplici ma raffinati. Nelle ricette tradizionali spesso sono presenti ingredienti come il riso vialone nano IGP, da gustare in ottimi e gustosi risotti a base, per esempio, del tradizionale radicchio rosso DOP. Ottimi i salumi della Lessinia come la sopressa, un “salame” realizzato con impastando carni suine aromatizzate con aglio, vino, sale e pepe. Tra i piatti caratteristici si distinguono il manzo bollito condito con una particolare salsa pepata, fatta di pane, midollo e parmigiano (pearà), la polenta pastissada, gli gnocchi e la pasta e fagioli, le carni di anatra e faraona con la salsa peverada. Senza dimenticare la polenta, che per gustarla “alla veronese” bisogna mangiarla condita con fagioli ben cotti (polenta infasolà) o in accompagnamento alla cacciagione (polenta e osei). Gli altri prodotti tipici e di eccellenza sono il pesce del vicino lago Garda, l’olio extravergine d’oliva, gli ortaggi, fra cui gli asparagi bianchi, il cavolo di Verona e le patate da gnocchi. Tra i dolci spicca, fra tutti, il famoso pandoro, realizzato nel 1894 da Domenico Melegatti nel suo laboratorio di corso Porta Borsari. Eccellenti i vini, fra cui si menzionano Valpolicella, Soave, Custoza, Bardolino, Lugana.