Cosa mangiare e bere a Siracusa

Come nel resto dell’Isola, il pesce è l’elemento centrale dei piatti tipici della provincia di Siracusa. Ad iniziare dal pesce spada alla “stemperata”, fritto e ripassato in una salsa di cipolla e capperi, il tonno fresco cucinato con pomodori peperoni e cipolla e la zuppa di pesce alla siracusana. Eccellenti i gamberi, le cicale di mare e le aragoste. Fra i primi si possono scegliere tipi di pasta come i maccheroni insaporiti con pinoli, noci, olive o pangrattato tostato in padella. Il sugo è quasi sempre incentrato sul pomodoro di Pachino e non solo: il nero di seppia, i frutti di mare, gli scampi e le acciughe e mollica abbrustolita fanno parte della tradizione siracusana. Piatto tipico sono le “Purpetti da z’ cicca” a base di tonno, pecorino, pangrattato, aglio, prezzemolo, uova e chiodi di garofano. Per dessert sono da provare le mandorle di Avola, protagoniste della pasticceria Siciliana e il celebre torrone, senza tralasciare i gelati e le classiche granite. Fra i vini spiccano il famoso Nero d’Avola, un rosso molto pregiato e molto antico, l’Eloro Pignatelli e il Moscato di Noto.