Cosa mangiare e bere a Roma

La cucina tradizionale romana vanta piatti noti in tutto il mondo come i celebri bucatini all’amatriciana che utilizzano il guanciale tagliato a dadini e i rigatoni alla carbonara con uova e pancetta. Altrettanto celebre è l’abbacchio, a base di carne d’agnello, oltre alla coda alla vaccinara, la trippa e la pajata. Fra i prodotti che spiccano per eccellenza troviamo nell’area di Cerveteri i carciofi romaneschi; nei dintorni di Nemi le fragoline e le ciliegie a Palombara Sabina. Il pane è la specialità di Lariano e Genzano, mentre la famosa porchetta ha la sua patria ad Ariccia. Il pecorino è il tipico formaggio laziale, spesso aggiunto ai primi. Ottimi i dolci come biscotti, tozzetti, mostaccioli, ciambelline al vino e la famosa Pupazza di Frascati. I vini tipici DOC sono Zagarolo, Montecompatri-Colonna, Frascati, Marino, Colli Albani, Colli Lanuvini, Velletri, Cesanese di Olevano Romano, Genazzano, Castelli Romani, Cori.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa mangiare e bere a Verbania
La gastronomia di questa provincia ? un equilibrato intreccio tra...
Cosa mangiare e bere a Foggia
Nella tradizione della provincia non può mancare l’acquasale, piatto povero...
Cosa fare e vedere a Prato
Nel centro storico del capoluogo di provincia spiccano per importanza...
Cosa mangiare e bere a Latina
La cucina della provincia di Latina è un mix di...
Cosa fare e vedere a Foggia
Un’importanza particolare riveste per questa provincia la zona del Gargano,...
Cosa fare e vedere a Livorno
Capoluogo dell’omonima provincia, Livorno è sede di uno dei porti...