Cosa mangiare e bere a Monza e in Brianza

I piatti della tradizione culinaria brianzola si sono conservati nel tempo, in particolare nelle località più piccole e in contesti sociali e ambientali rurali, originando prodotti tipici molto genuini e naturali. Fra i primi spiccano il minestrone alla brianzola che hanno bisogno di lunghe ore di cottura a fuoco lento e il risotto con la luganega, un salame preparato con carne suina. Il piatto protagonista è la cazzuola a base di costine e altre parti di scarto del maiale, come piedini, musini e cotiche, qualche volta arricchito dall’aggiunta di salamini, detti verzitt: il tutto viene servito con l’immancabile polenta. Un altro piatto legato all’impiego delle parti meno nobili del maiale è la trippa, che qui viene chiamata buseca. Mentre, tra i secondi spiccano anche l’arrosto e il coniglio alla brianzola, le costolette di maiale con luganega e la trota alla comasca. Ottimi i dolci fra cui i firun, dolci tipici di Monza, realizzati con castagna cotte al forno, il Masigott, la cutiscia, i tortelli di San Giuseppe, la Rusumada, la polenta dolce e la torta di pane alla brianzola. La produzione enologica di un certo rilievo èlegata ai pendii di Montevecchia.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa fare e vedere ad Arezzo
Culla della cultura italiana, sono numerosissimi gli itinerari artistici e...
Cosa fare e vedere a Trieste
Trieste, capoluogo dell’omonima provincia è affacciata sul mare ed è...
Cosa fare e vedere a Bolzano
La caratteristica principale di Bolzano, capoluogo dell’omonima provincia, è quella...
Cosa fare e vedere a Pavia
Pavia, capoluogo dell’omonima provincia, fu uno dei più importanti centri...
Cosa fare e vedere nel Sud Sardegna
Nel capoluogo di Iglesias si segnalano numerosi monumenti e chiese...
Cosa fare e vedere a Terni
Terni, capoluogo dell’omonima provincia, è nota per essere la città...