Cosa mangiare e bere a Isernia

La tradizione enogastronomica di questa provincia è caratterizzata da piatti semplici e genuini di origine contadina. Inoltre, il territorio è ricco di tartufo nero e bianco pregiato. Ottimi i salumi come le salsicce e le sopressate e fra i formaggi spiccano il caciocavallo, le mozzarelle e le scamorze, la stracciata, il burrino e il pecorino. Fra i piatti tipici troviamo i crjoli, pasta alla chitarra, i cavatelli, gnocchetti di patate e farina con pomodoro e carne di maiale e le laganelle ai fagioli. Mentre, per quanto riguarda i secondi da gustare sono i turcinelli arrostiti, a base di interiora d’agnello. Per i più golosi i dolci tipici sono i calzoni ripieni con cacao, ceci, cannella pinoli e miele, i pepatelli, a base di mandorle, i caggiunitti, ciambelle al ripieno di castagne. Ottimi i vini fra cui il Biferno (bianco, rosso e rosato) ed il Pentro (bianco, rosso e rosato); mentre come liquori tipici sono il poncio, aromatizzato all’arancia e mandarino ed il limoncello.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa fare e vedere a Savona
Savona, antico centro medioevale, è una città affascinante, ricca di...
Cosa mangiare e bere a Bergamo
La provincia bergamasca è ricca di prodotti gastronomici e di...
Cosa mangiare e bere a Sondrio
Fra i prodotti tipici di questa provincia troviamo molti prodotti...
Cosa fare e vedere a Sondrio
Capoluogo della provincia, Sondrio si trova allo sbocco della Valmalenco,...
Cosa mangiare e bere a Catanzaro
Molti dei piatti tipici della tradizione calabrese si ricollegano alla...
Cosa mangiare e bere a Lecco
La cucina lecchese è contraddistinta da piatti semplici influenzati da...