Cosa mangiare e bere a Cremona

I protagonisti della cucina cremonese sono il torrone e la mostarda; quest’ultima addirittura risale al periodo medioevale e prevede l’uso di frutta candita a tocchi grandi o interi con l’aggiunta di senape e di mosto addensato dalla cottura, spesso in compagnia di piatti di carne lessata, dal manzo alla gallina nostrana. Oltre a torrone e mostarda la gastronomia cremonese è ricca di specialità che affondano le radici nelle tradizioni contadine: ad iniziare dai celebri marubini cucinati nel grasso di brodo, vari tipi di carne bollita, tra cui domina la gallina, ma soprattutto il celebre cotechino, gran piatto forte che si accompagna spesso alla polenta e alle lenticchie. E poi i salumi e gli insaccati, tra cui il noto salame profumato all’aglio, il culatello e tutti i tipi di prodotti provenienti dall’allevamento di suini. Fra i dolci troviamo i tortelli cremaschi, con un fondo leggermente dolce, la Sbrizulusa, una torta secca di farina di mais e di grano impastata con strutto, scorza di limone e un cucchiaino di liquore, e la Bertolina è un dolce casereccio, anticamente prodotto con pasta di pane, ora con impasto per torte, ma sempre a base di uva fragolina.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa bere e mangiare ad Alessandria
Piatti tipici della gastronomia alessandrina sono il “bagnet verd”, salsa...
Cosa fare e vedere a Reggio Calabria
Reggio Calabria, capoluogo dell’omonima provincia, è celebre in tutto il...
Cosa mangiare e bere a Cosenza
La Calabria si propone come la terra del gusto e...
Cosa mangiare e bere a Sondrio
Fra i prodotti tipici di questa provincia troviamo molti prodotti...
Cosa mangiare e bere a Sassari
Sassari deve le sue tradizioni e la sua identità culinaria...
Cosa fare e vedere a Crotone
Crotone, capoluogo della medesima provincia, fu fondata da coloni greci,...