Cosa mangiare e bere a Biella

Il piatto rappresentativo della provincia ? la ?pulenta cunscia?, polenta di mais con formaggi e burro. Si tratta di una cucina povera che ha nei formaggi il suo punto di forza: il ?Maccagno? (di latte vaccino stagionato) ed i formaggi freschi chiamati ?tumin?. Questi assumono nomi diversi se insaporiti con aglio e peperoncino, o con aceto, olio ed altri aromi, o ancora con olio e paprica piccante. Altro importante ingrediente della cucina locale ? il riso, tipicamente cucinato col formaggio, oppure con castagne e latte, oppure con spinaci e altre verdure. Altro piatto povero ma gustoso del biellese ? una zuppa a base di pane raffermo, brodo e verdure. Ancora oggi i salumi vengono conservati come si usava in passato, in contenitori di terracotta e coperti di grasso per una migliore conservazione, diventando anche ingredienti per la preparazione di piatti ?di una volta? come un particolare tipo di frittata. Immancabile la ?bagna caoda?, comune alla tavola di tutto il Piemonte. Tra i dolci abbiamo i torcetti, le ?paste di meliga? fatte con farina di mais, ed i tipici canestrelli, dei fragranti wafer. Tra i vini vantano il marchio DOC il Lessona ed il Bramaterra a cui si aggiunge l?Erbaluce di Caluso DOCG.