Cosa mangiare e bere

cosa mangiare e bere a treviso
Cosa mangiare e bere ad Aosta
Cosa mangiare e bere ad Aosta
Go-On-Italy
Il prodotto simbolo della regione ? sicuramente la Fontina della Valle d?Aosta DOP, formaggio tipico prodotto con latte vaccino; ad essa si affianca il Fromadzo della Valle d?Aosta, un altro formaggio tipico anch?esso con il marchio DOP. Questi formaggi sono elementi che si trovano spesso nei piatti tipici della regione come ad esempio la polenta concia, piatto robusto preparato con polent
Cosa bere e mangiare ad Alessandria
Go-On-Italy
Piatti tipici della gastronomia alessandrina sono il "bagnet verd", salsa verde con cui si accompagna il bollito misto, la "bagna caoda", salsa a base di aglio e acciughe da mangiare come condimento ad un gran numero di verdure crude, i tipici "agnolotti", spesso serviti con una grattata di tartufo, elemento principe della cucina alessandrina.
Cosa bere e mangiare ad Alessandria
Cosa mangiare e bere ad Asti
Cosa mangiare e bere ad Asti
Go-On-Italy
Quella della provincia di Asti ? al tempo stesso una cucina povera, in quanto legata in gran parte alle consuetudini popolari e ai prodotti della terra, e ricca, per la sorprendente variet? di piatti che propone. Piatto che accomuna tutta la regione e che scalda le giornate invernali ? la ?bagna caoda? (salsa calda a base di aglio, acciughe e olio) utilizzata come condimento per le verdure
Cosa mangiare e bere a Biella
Go-On-Italy
Il piatto rappresentativo della provincia ? la ?pulenta cunscia?, polenta di mais con formaggi e burro. Si tratta di una cucina povera che ha nei formaggi il suo punto di forza: il ?Maccagno? (di latte vaccino stagionato) ed i formaggi freschi chiamati ?tumin?. Questi assumono nomi diversi se insaporiti con aglio e peperoncino, o con aceto, olio ed altri aromi, o ancora con olio e pap
Cosa mangiare e bere a Biella
Cosa mangiare e bere a Cuneo
Cosa mangiare e bere a Cuneo
Go-On-Italy
La provincia di Cuneo propone una cucina ispirata alle antiche tradizioni. Il re della tavola è sicuramente il tartufo, che viene celebrato ogni anno durante la "Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba", (Tuber Magnatum Pico), la cui zona di produzione è rappresentata dalle colline cuneesi delle Langhe, Monferrato e Roero. Ad esso si affianca in modo molto diffuso il tartufo nero nelle sue varianti, estivo ed invernale. Il suo uso raggiunge l'apice con i "tagliolini" o con gli agnolotti, che rappresentano i primi piatti per eccellenza in tutta la provincia.
Cosa mangiare e bere a Novara
Go-On-Italy
Sulla tavola della provincia di Novara domina il riso, di cui la provincia è uno dei maggiori produttori d'Europa e del mondo. Il piatto simbolo è la "paniscia", cucinata con riso, fagioli, cotiche di maiale e salame, piatto povero ma dal sapore robusto. Non possono mancare le rane, considerate uno dei cibi più raffinati, che vengono presentate fritte.
Cosa mangiare e bere a Novara
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
AIAV
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.