Travedona-Monate

In Lombardia, affacciata sulle rive del piccolo Lago (prealpino) di Monate, tra Lago Maggiore e Lago di Varese, si trova la città di Travedona-Monate.
Con il suo caratteristico centro storico, la Chiesa in stile gotico lombardo di Santa Maria della Neve (eretta nel XIV secolo) e lo splendido Golf dei Laghi (che dispone di 18 buche), Travedona-Monate è una cittadina dove recarsi per un soggiorno rilassante: infatti ill Lago di Monate, le cui acque lacustri sono le più pulite d’Europa, è un lago balneabile e presenta numerose spiagge pubbliche e private.
Sulle sue rive affacciano anche i comuni di Osmate (con le sue meravigliose ville, antiche residenze signorili) e di Cadrezzate, famoso per le sue palafitte, tra cui la Palafitta del Sabbione (sito Unesco).

Spostandosi verso ovest, sulle rive del Lago Maggiore, invece, si trova il comune di Leggiuno dove è possibile visitare l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, un monastero a strapiombo sulla sponda est del lago.
Un po’ più a sud incontriamo Ispra, comune che ospita il JRC (Joint Research Centre), ovvero il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea e dove si trova la splendida Villa Quassa (luogo ideale per matrimoni ed altri eventi) che prende il suo nome dal vicino Parco del Golfo della Quassa.

Sorto in una insenatura del Lago Maggiore, il Parco del Golfo della Quassa è un’imperdibile isola verde, ma anche un luogo storico: nel secolo XI, infatti, fu teatro di sanguinose battaglie che segnarono l’inizio della signoria dei Visconti sulla zona.
Per gli amanti del ciclismo poi, il lungolago che conduce ad Ispra è il luogo ideale per pedalare godendosi la stupenda vista sul lago.
Scendendo ancora un po’ si incontra la cittadina di Angera dove consigliamo di visitare l’antica Rocca Borromea di Angera, che ospita il Museo della bambola e del giocattolo.
La rocca, antica fortezza dalla posizione strategica per la difesa militare del Lago Maggiore, presenta affreschi di impareggiabile pregio risalenti al XIII secolo.

Tornando verso est si incontra il Lago di Varese sulle cui sponde troviamo il comune di Biandronno con il suo Isolino Virginia, importante sito archeologico dal 2011 nella lista del Patrimonio dell’umanita dell’Unesco.
Poco lontano si estende il bassopiano della Palude Brabbia, sorta su una ex torbiera e oggi riserva naturale LIPU, che ospita moltissime specie di uccelli e presenta sentieri e strutture di osservazione ideali per gli amanti del birdwatching.

A nord del Lago di Varese si trova il Parco Regionale Campo dei Fiori, una vasta zona protetta, ricca di fauna e vegetazione, dalle rilevanti presenze storico-architettoniche quali: il complesso del Sacro Monte (Patrimonio Unesco dal 2004), il Grande Albergo, le ville Liberty, la Badia di Ganna e la Rocca di Orino.

Il Sacro Monte del Rosario di Varese, nel capoluogo di provincia, è luogo di fede e di culto Mariano molto frequestato dai pellegrini. Qui fede, natura ed arte si intrecciano armoniosamente, proponendo al visitatore un itinerario particolare tra le 14 Cappelle lungo l’acciottolato di circa 2 km che porta in cima al Sacro Monte.

Nei dintorni del parco, nel comune di Luvinate, sorge il Golf Club Varese (fondato nel 1897) con il suo percorso di 18 buche immerso tra il verde di maestose piante secolari e scorci di incomparabile bellezza panoramica. La Club House del Golf Club Varese è un antico Convento Benedettino, in stile architettonico Romanico-Lombardo, edificato nel XII secolo, dalla cui terrazza si gode di un magnifico panorama sul campo da golf e sul Lago di Varese.

Per gli amanti della natura, a sud del Lago Maggiore, è imperdibile il Parco Naturale del Ticino. Per il 60% composto di zone boschive, il parco è ricchissimo anche di vegetazione acquatica grazie alle sue numerose lanche. Vasta anche la presenza di fauna all’interno del parco come: scoiattoli, conigli selvatici, ricci, lepri e diverse specie di pesci e di uccelli.
Molti i mulini ad acqua nella valle del Ticino, tra cui il Mulino Vecchio di Bellinzago: oggi l’unico funzionante e in buono stato di conservazione, utilizzato come Centro di Educazione Ambientale.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa fare e vedere a Messina
Messina, capoluogo dell’omonima provincia, attende i visitatori al di la...
Cosa mangiare e bere a Vibo Valentia
La cultura enogastronomica vibonese è ricca di sapori ed è...
Cosa fare e vedere a Livorno
Capoluogo dell’omonima provincia, Livorno è sede di uno dei porti...
Cosa fare e vedere a Savona
Savona, antico centro medioevale, è una città affascinante, ricca di...
Cosa fare e vedere a Nuoro
Nuoro viene considerato il cuore dell’isola, una cittadina chiusa tra...
Cosa fare e vedere ad Avellino
Capoluogo dell’omonima provincia, Avellino, dalla met? del 1300 fu dominata...