Cosa fare e vedere a Udine

Capoluogo dell’omonima provincia, Udine è una città molto elegante, ricca di storia e arte. Caratterizzata da piazze e suggestive rogge, il centro storico comprende eleganti palazzi in stile gotico-veneziano, come il Palazzo Comunale o Loggia del Lionello. Molti sono le testimonianze di uno fra i più grandi artisti della penisola italiana, Gianbattista Tiepolo, autore degli straordinari affreschi che ornano il Duomo, il Palazzo Arcivescovile e l’Oratorio della Purità. É possibile poi ammirare il capoluogo dal colle su cui si erge l’antico castello, sede dei Musei Civici che comprendono diverse sezioni come il Museo Archeologico, la Galleria dei disegni e delle stampe, il Museo della Fotografia, la Fototeca e la Galleria di Arte Antica con preziosi dipinti dei secoli XVI-XIX. Nel resto della provincia a sud si estende un’ampia pianura dove tra mulini e chiesette votite sono disseminati borghi caratteristici di importanza storica come Palmanova, la città-fortezza a nove punte; Codroipo con Villa Manin, residenza dell’ultimo Doge di Venezia; Clauiano e Aiello, il paese delle meridiane e Aquileia e i suoi straordinari reperti romani e paleocristiani. A Passariano si può ammirare la maestosa Villa Manin, perfettamente integrata nel paesaggio circostante. A nord, segnaliamo invece il Friuli Collinare con i suoi suggestivi castelli e la cittadina di San Daniele, piccola Siena del Friuli e patria dell’inimitabile prosciutto; i Colli Orientali del Friuli, caratterizzati da castelli (ad Attimis e Faedis), ville liberty (a Tarcento), e il distretto industriale della sedia (Manzano). Le valli del Natisone, dove sono forti gli influssi slavi, sono introdotte da Cividale del Friuli, ricco di un notevole patrimonio artistico tra cui il famoso tempietto longobardo, esempio di architettura alto-medievale decorato con affreschi e stucchi, il Duomo, il Ponte del Diavolo, il Museo Archeologico Nazionale che espone una ricca collezione di oggetti e reperti dall’età romana a quella alto-medievale. Numerosi sono gli antichi castelli da visitare come il castello Valentinis a Tricesimo, il castello di Cassacco o ancora quello di Colloredo di Monte Albano; mentre, tra i luoghi della fede spicca l’antico Santuario della Beata Vergine di Castelmonte, situato in posizione panoramica tra le Prealpi Giulie e meta di numerosi pellegrinaggi. Lungo il litorale è Lignano Sabbiadoro la meta balneare per eccellenza.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa mangiare e bere a Brescia
Fra i piatti tipici della cucina bresciana troviamo i famosi...
Cosa mangiare e bere a Genova
Cucina semplice, ricca di verdure ed erbe aromatiche, insaporita dallo...
Cosa mangiare e bere a Udine
La tradizione enogastronomica di questa provincia unisce piatti tipicamente triestini...
Cosa fare e vedere a Pavia
Pavia, capoluogo dell’omonima provincia, fu uno dei più importanti centri...
Cosa mangiare e bere a Taranto
Nella cucina tarantina il pesce, i frutti di mare cucinati...
Cosa mangiare e bere a Matera
La tradizione enogastronomica della provincia di Matera ha molti piatti...