Cosa fare e vedere a Siracusa

Città di mare e di antiche origini, Siracusa è il punto da cui partire per esplorare l’omonima provincia. Allungandosi sul mare con l’Isola di Ortigia, la città è ricca di testimonianze storiche di popoli che nel passato la dominarono, a partire dalla fondazione nel VIII secolo a.C. da parte dei coloni greci provenienti da Corinto, per poi passare sotto altre dominazioni come quella romana, araba, bizantina e normanna. A partire dal centro storico della città infatti sono presenti le rovine imponenti del Tempio di Apollo e di Artemide; edificato nel VII a.C. è il più antico tempio dorico della Sicilia. Per quanto riguarda il Duomo, sorto in epoca bizantina ma gravemente danneggiato dal terremoto del 1693, rappresenta un eccezionale esempio di stratificazione di stili diversi ma perfettamente combianti fra loro. Nel resto della Provincia si consiglia la visita di Pantalica, immersa fra storia e natura grazie alla presenza della Riserva Naturale della Valle dell’Anapo; situata su un promontorio della valle dell’Asinaro, si trova invece Noto, culla del barocco Siciliano e dichiarato Patrimonio dell’Umanità, dove si possono visitare la Cattedrale, i tre palazzi ottocenteschi, il Vescovile, la Lanolina, il Ducezio e il monumentale complesso del Santissimo Salvatore che comprende il monastero, la basilica e il seminario. Infine, è interessante recarsi al Palazzolo Acreide, altra culla del barocco Siciliano della Val di Noto.