Cosa fare e vedere a Matera

Iniziando dal capoluogo di provincia, Matera, non si possono non citare il simbolo della città, i famosi “Sassi” che l’hanno reso celebre ovunque. Essi sono la principale caratteristica delle abitazioni di antichissima origine scavate nella roccia; solo la facciata è in muratura e sono collegate tra di loro mediante cunicoli, stretti sentieri e scalinate. Posizionati in una zona rocciosa ed impervia della città, si affacciano sugli strapiombi e sulle profonde gole scavate dal torrente Gravina. I Sassi si trovano nella città vecchia e si suddividono in due rioni: il Sasso Barisano ed il Sasso Caveoso. Nei pressi della città di Matera si trova il Parco archeologico delle Chiese Rupestri del Materano che raccoglie moltissime testimonianze storiche di villaggi preistorici ed oltre 160 delle chiese rupestri sopracitate. Mentre, per gli appassionati della natura è possibile vivere una vacanza immersi nelle bellezze naturali come la Riserva Naturale del Bosco Pantano oppure il Parco Naturale di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane, dove si possono avvistare animali ed uccelli, anche rari, che vivono in completa libertà. Nella parte più settentrionale della provincia è possibile addentrarsi nel Parco Nazionale del Pollino. Nella parte meridionale della provincia si trova la costa che si affaccia sul Mar Ionio e che offre molte zone incontaminate con splendide spiagge, fra cui segnaliamo le principali stazioni turistiche costiere: Metaponto, Pisticci e Policoro.