Cosa fare e vedere a Bolzano

La caratteristica principale di Bolzano, capoluogo dell’omonima provincia, è quella di racchiudere in se due diverse culture: quella mediterranea e quelle mitteleuropea, come emerge dalle sue architetture, dai vicoli, archi e piazzette del suo centro storico. Ad iniziare dal Duomo, il monumento simbolo della città. Situata nel lato sud ovest di piazza Walther, in quella che è conosciuta come piazza della Parrocchia, è caratterizzata da un’architettura romanica e gotica, per quel suo tetto piastrellato da colori vivaci, verde-oro, per quella sua guglia filigranata, elegante ed eterea, con il campanile gotico dalla cuspide traforata, considerato il più bello della regione. Fra gli altri edifici religiosi si segnalano ancora la Chiesa dei Domenicani e la Chiesa dei Francescani. Piazza Walther, nel periodo natalizio, ospita il tradizionale Mercatino di Natale con le caratteristiche casette in legno che propongono addobbi, prodotti dell’artigianato e specialità gastronomiche. Infine, segnaliamo il Museo Archeologico dell’Alto Adige che espone reperti e documentazioni sulla storia altoatesina dalle origini al primo medioevo, tra cui il famoso Uomo venuto dal ghiaccio, la mummia di “Otzi”, un corpo mummificato risalente a circa 5.300 anni fa. Nel resto della provincia si consiglia di visitare Bressanone, cittadina d?arte di particolare rilievo, con i suoi palazzi che fondono elementi gotici, rinascimentali e rococò. Da non perdere sono il Duomo con il chiostro affrescato, il Palazzo dei Principi Vescovi, sede del Museo Diocesano che include il caratteristico Museo dei presepi. E ancora, l’Abbazia agostiniana di Novacella, complesso religioso di grande valore artistico, che si trova nei dintorni della zona. La provincia è famosa per la presenza di numerosi castelli, fra cui molto interessanti da visitare sono il Castel Trauttmansdorff che, circondato dai suoi magnifici e variopinti giardini, è stato in passato la residenza invernale della Principessa Sissi che amava venire in Alto Adige dove il clima era più mite. Oggi è sede del singolare Touriseum, il Museo provinciale del Turismo, che ripercorre la storia del turismo altoatesino. Il Castel Tirolo (XI-XIII sec.) è celebre per le decorazioni e la cappella ricca di affreschi, e ospita il Museo Storico-Culturale della provincia di Bolzano; da non tralasciare anche il rinascimentale Castel di Velturno e il Castello di Rodengo, situato in una pittoresca posizione. Se a Vipiteno sono da ammirare il Palazzo Comunale dagli interni riccamente decorati, la Torre delle Dodici, simbolo della città, e le spettacolari cascate di Stanghe a Racines, Merano, offre un’oasi di relax e benessere con le sue splendide terme. Inoltre, è una cittadina ricca di storia e arte: il suo centro storico custodisce svariati monumenti tra cui il Castello Principesco e il Kurhaus, il grandioso complesso del primo Novecento in stile liberty, oggi sala per concerti e grandi eventi come il Merano Wine Festival. Infine, nella Val Pusteria si segnala Brunico con il suo imponente castello che entrerà a far parte del progetto museale Messner Mountain Museum voluto dal famoso alpinista Reinhold Messner per celebrare la montagna e il suo rapporto con l’uomo.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Focus

Related Posts

Cosa mangiare e bere a Siena
La cucina senese è espressione dell’ottima cucina Toscana con l’utilizzo...
Cosa mangiare e bere a Rieti
Numerosi sono i piatti nati da ricette antiche e caratterizzati...
Cosa mangiare e bere a Parma
Sono famosi in tutto il mondo i prodotti enogastronomici che...
Cosa mangiare e bere a Livorno
La cucina tipica livornese si basa soprattutto sul pesce; in...
Cosa fare e vedere a Macerata
Macerata sorge in cima ad una collina tra le valli...
Cosa mangiare e bere a Benevento
Frutto di antiche e consolidate tradizioni enogastronomiche, la provincia offre...