Villa d'Este
Italia

Villa d’Este

I giardini di Villa d’Este, tra i più belli d’Europa, sono uno dei simboli del rinascimento italiano. La residenza, voluta dal Cardinale Ippolito II d’Este

Read More »
Val d'Orcia
Italia

La Val d’Orcia

L’eccezionale bellezza della Val d’Orcia è caratterizzata da dolci colline ricoperte da una fitta vegetazione di vigneti, oliveti, cipressi, faggeti e castagneti, alternati ad antichi

Read More »
Liguria Genova San Lorenzo
cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere a Genova

Si visita Genova passeggiando lungo il suo porto, moderno e d’importanza vitale per tutto il Paese, i “magazzini del cotone” e le stradine della zona

Read More »

Cosa mangiare e bere ad Asti

Piemonte Asti tajarin tartufo

Quella della provincia di Asti è al tempo stesso una cucina povera, in quanto legata in gran parte alle consuetudini popolari e ai prodotti della terra, e ricca, per la sorprendente varietà di piatti che propone. Piatto che accomuna tutta la regione e che scalda le giornate invernali è la “bagna caoda” (salsa calda a base di aglio, acciughe e olio) utilizzata come condimento per le verdure crude come il cardo gobbo di Nizza Monferrato o il peperone quadrato di Asti. Il re della tavola è sicuramente il tartufo, sia bianco che nero, che viene usato per accompagnare numerosi piatti. Immancabile per gli amanti di questo tubero una visita alla Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba. Piatti tipici del territorio sono gli agnolotti di carne, gli gnocchi di patate e la ciotola del “trifulau” (il “trifulau” è il cercatore di tartufi) preparata con polenta e formaggio, tutti accompagnati da abbondante tartufo bianco. Altro elemento importante della cucina astigiana è il gran bollito di carni miste, accompagnato dalle salse “verdi” e “rosse”. Tra i formaggi spicca la robiola di Roccaverano, che si vanta del marchio DOP. Molto importante è l’offerta dei vini, sia DOCG che DOC: tra i bianchi il Piemonte Chardonnay, il Cortese dell’Alto Monferrato e l’Asti Spumante. Molto nutrito l’elenco dei rossi quali il Barbera d’Asti, il Barbera del Monferrato, il Dolcetto d’Asti, l’Albugnano, la Freisa d’Asti, il Grignolino d’Asti, la Malvasia di Casorzo, il Monferrato Rosso e la Barbera d’Asti DOCG. Infine i dolci, che oltre alla classica torta di nocciole prodotta con le nocciole Piemonte IGP vede anche i tipici amaretti di Mombaruzzo.

Campania---Caserta---Parmigiana-di-melanzane
Campania

Cosa mangiare e bere a Caserta

Prodotti fatti secondo le antiche ricette contraddistinguono la tradizione gastronomica di questa provincia, prevalentemente fatta di piatti semplici ma ricchi di sapore, ad iniziare dalla

Read More »
Lazio Frosinone Fini fini
enogastronomia

Cosa mangiare e bere a Frosinone

La tradizione enogastronomica di questo territorio offre specialità tipiche dai sapori autentici, dal dolce al salato, risentendo dell’influenza sia laziale che abruzzese. La pasta fatta

Read More »