Veneto Belluno
Belluno

Cosa fare e vedere a Belluno

Belluno, capoluogo dell’omonima provincia, definita la “porta delle Dolomiti”, si trova in una posizione rialzata che domina il corso del fiume, rendendo la città nel

Read More »
Lombardia Brescia
Brescia

Brescia

La provincia di Brescia è la più estesa fra le province lombarde e comprende tre laghi principali, tra cui il Lago di Garda, il Lago

Read More »
Pesto alla ligure
enogastronomia

Il pesto alla ligure

In origine fu il mortaio. Nell’Appendix Vergiliana, impropriamente attribuita a Publio Virgilio Marone, si parla di una ricetta chiamata “moretum”, molto simile all’odierno pesto. Il

Read More »

Cosa mangiare e bere a Reggio Calabria

Calabria---Reggio-Calabria---Tortiera-di-alici

La tradizione enogastronomia di Reggio Calabria è molto varia, e comprende sia piatti di terra che di mare. Il vero protagonista è il peperoncino, come nel resto della Calabria. Fra i piatti tipici troviamo salumi quali la soppressata, il capicollo, i filetti e la ‘nduja; il formaggio tradizionale è la rosamarina.
Nell’entroterra sono presenti molti tipi di funghi e un’enorme varietà di cibi caserecci, di tipica tradizione calabrese, come ad esempio il soffritto, la parmigiana, la tortiera di carciofi, vari tipi di affettati come il capicollo, la salsiccia col finocchio selvatico e il pepe nero, ricotta essiccata e salata, il classico pecorino. Mentre, fra i piatti di pesce spiccano il pesce spada, pescato tra aprile e settembre, insieme al “pesce azzurro”, in aggiunta alla tortiera di alici, le cotolette di spatola, l’insalata di pesce stocco o arrostito e costardelle impanate e fritte. Fra i dolci troviamo le crespelle con lo zucchero, classico piatto natalizio, il torrone, i cannoli con la ricotta, la “pignolata”, le tartine di sanguinaccio, le marmellate, la frutta martorana o “morticeddi”, il gelato (tra i vari gusti si segnala la crema reggina), il torrone gelato e le granite fresche accompagnate da brioches artigianali. Da non dimenticare le “nzuddhe”, a base di farina, miele, mandorle e vin cotto, tipiche della zona di Tauro. Ottimi i vini bianchi e rossi, tra i quali lo Zibibbo, il Cerasuolo e il Greco di Bianco D.O.C.

cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere a Ravenna

Ravenna, capoluogo dell’omonima provincia, è considerata una delle città più interessanti dell’Emilia Romagna, soprattutto per il complesso di monumenti paleocristiani e bizantini che la caratterizzano,

Read More »