Toscana Siena Duomo
cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere a Siena

Siena, capoluogo dell’omonima provincia, è una città d’arte con caratteristici vicoli, rioni e torri, botteghe artigiane e palazzi. La città ospita il celebre Palio, una

Read More »
Sardegna Nuoro
Nuoro

Nuoro

La provincia di Nuoro, situata nella zona centro-orientale dell’Isola, è affacciata ad Est sul Mar Tirreno ed è la seconda provincia della Sardegna dopo Sassari.

Read More »

Cosa mangiare e bere a Isernia

Molise Isernia caciocavallo

La tradizione enogastronomica di questa provincia è caratterizzata da piatti semplici e genuini di origine contadina. Inoltre, il territorio è ricco di tartufo nero e bianco pregiato. Ottimi i salumi come le salsicce e le soppressate e fra i formaggi spiccano il caciocavallo, le mozzarelle e le scamorze, la stracciata, il burrino e il pecorino. Fra i piatti tipici troviamo i crjoli, pasta alla chitarra, i cavatelli, gnocchetti di patate e farina con pomodoro e carne di maiale e le laganelle ai fagioli. Mentre, per quanto riguarda i secondi da gustare sono i turcinelli arrostiti, a base di interiora d’agnello. Per i più golosi i dolci tipici sono i calzoni ripieni con cacao, ceci, cannella, pinoli e miele; i pepatelli, a base di mandorle; e i caggiunitti, ciambelle al ripieno di castagne. Ottimi i vini fra cui il Biferno (bianco, rosso e rosato) ed il Pentro (bianco, rosso e rosato); mentre come liquori tipici sono il poncio, aromatizzato all’arancia e mandarino ed il limoncello.

Toscana Pisa Arselle
enogastronomia

Cosa mangiare e bere a Pisa

Arricchita di aromi e spezie, la cucina pisana è basata su alimenti poveri che provengono dall’antica tradizione contadina. Fra i primi troviamo la minestra di

Read More »
Alberobello i trulli
Alberobello

Alberobello e i trulli

Alberobello, in Puglia, con i suoi Trulli è uno dei 50 siti italiani riconosciuti dall’Unesco. Il nome di origine greca, indica delle antiche costruzioni coniche

Read More »