Calabria---Catanzaro---Fileja
Calabria

Cosa mangiare e bere a Catanzaro

Molti dei piatti tipici della tradizione calabrese si ricollegano alla propria storia e cultura, ad iniziare dagli antipasti come le bruschette al pomodoro con la

Read More »

Carbonia Iglesias

Sardegna Carbonia Iglesias Laveria Lamarmora

La provincia di Carbonia-Iglesias, istituita nel 2001 quando le provincie da 4 sono passate a 8, ha come capoluoghi due città distinte, ovvero Carbonia e Iglesias; si trova nella parte sud-occidentale dell’Isola ed è la provincia più piccola della Sardegna. Bagnata dal mar di Sardegna a Ovest, comprende le Isole di Sant’Antioco e San Pietro (oltre ad altre minori), anch’esse parte del territorio provinciale, insieme ad altri 23 comuni dei territori del Sulcis e dell’Inglesiente, subregione storica e geografica della Sardegna sud-occidentale. A ovest il confine naturale della provincia è dato dal litorale che va dalle coste di Fluminimaggiore e Buggerru sino al Comune di Sant’Anna Arresi. Due sono le principali aree montuose della provincia Carbonia-Iglesias: il massiccio del Monte Linas, con punte che raggiungono i 1000 m e la catena dei Monti del Sulcis, di antichissime origini geologiche. Nell’entroterra troviamo il Parco Naturale del Sulcis, un ambiente in cui il paesaggio aspro della macchia mediterranea cede il passo a grandi e fitte distese boschive. Questa provincia vanta origini antichissime a partire dai primi insediamenti umani risalenti a 5000 anni fa; furono i Fenici e i Cartaginesi a scoprire i giacimenti minerari, fra cui piombo, zinco, argento, bario e rame che vennero via via abbandonati nel corso della storia; vennero poi riutilizzati nella metà dell’800 fino ad entrare definitivamente in crisi durante la seconda guerra mondiale.