Cosenza

Cosenza

La provincia di Cosenza si trova nella parte centro-settentrionale della regione. Il territorio cosentino è piuttosto variegato, caratterizzato da una prevalenza di montagne e colline a dispetto di aree pianeggianti, ma con ampi tratti di costa. Si estende dalla costa ionica, a Est, a quella tirrenica a Ovest, dal Massiccio del Pollino a Nord, all’Altopiano della Sila grande a Sud-Est. Zone collinari digradano a Nord e a Est della Sila Greca. Il fiume più lungo della regione Calabria è il Crati, che partendo dalla Sila, attraversa l’omonima valle, dove è situato il capoluogo, Cosenza, e la piana di Sibari per sfociare nel mar Ionio. Il Golfo di Policastro si trova a nord/ovest al confine con la Basilicata tirrenica, mentre il golfo di Sibari è a nord/est. Per gli amanti della natura si segnala il Parco Nazionale del Pollino, dove è possibile fare rafting e canoa. Ricco di storia e archeologia, anche il territorio di Cosenza come il resto della Calabria porta i segni delle evoluzioni storiche, fin dall’epoca preistorica come i siti neolitici che contengono antiche testimonianze umane. Nel Medioevo la zona di Cosenza fu terra di conquista Bizantina, che portò benefici all’economia del territorio e favorì l’aggregazione sociale delle popolazioni presenti, per poi cadere sotto il dominio di altri popoli come i Normanni, gli Angioini, gli Aragonesi e gli Spagnoli.

Pin It on Pinterest

Share This