Cosa mangiare e bere a Olbia-Tempio

Cosa mangiare e bere a Olbia-Tempio

Fra i piatti tipici della Gallura segnaliamo la suppa cuata, un soufflé preparato con pane raffermo tagliato a fette, formaggio fresco grattuggiato, noce moscata e prezzemolo con l’aggiunta di brodo di pecora; i puligioni, ravioli a forma di mezzaluna ripieni di ricotta e scorza di limone grattata, conditi con abbondante sugo di pomodoro e pecorino; i fiuritti, fettuccine di semola di grano duro fatte a mano. Per il pesce è rinomata la pesca e la cucina dell’aragosta. Le panadas, tipiche della zona di Oschiri sono involucri di pasta finissima cucinati in forno con un ripieno d’anguilla di lago o di carne di maiale e vitella; il pulceddu di latti, un maialetto cucinato al forno o allo spiedo e la rivea, interiora di agnello o capretto tagliate a pezzi e cucinate allo spiedo a fuoco lento. Presenti anche in questa provincia i salumi e formaggi, come pecorino, canestrai, ricotte, perette e caprini. Fra i dolci tipici troviamo le seadas, involucri di pasta ripieni di formaggio, fritti e ricoperti di miele; i papassini, prodotti con farina, strutto, uova, mandorle, buccia d’arancia tritata e poi ricoperti da glassa bianca e i casciatini, pasta ripiena di ricotta, formaggio, uova, zucchero e limone grattato. Per quanto riguarda i vini, segnaliamo il Vermentino, il Moscato di Gallura e il Nebbiolo.

Pin It on Pinterest

Share This