Aosta

Aosta

Il centro urbano dell’unica provincia della Valle d’Aosta è appunto Aosta. Situata proprio al centro della regione ha origini che risalgono all’antico Impero Romano. In

Read More »
Basilicata

Cosa fare e vedere a Matera

Iniziando dal capoluogo di provincia, Matera, non si possono non citare il simbolo della città, i famosi “Sassi” che l’hanno reso celebre ovunque. Essi sono

Read More »
Sardegna Oristano
Oristano

Oristano

La provincia di Oristano si trova nella parte centro-occidentale dell’isola. Affacciata sul Mar di Sardegna, questa zona comprende cinque regioni storiche dell’Isola: a nord ovest

Read More »

Cosa fare e vedere a Ravenna

Emilia Romagna Ravenna Cripta Basilica di San Francesco

Ravenna, capoluogo dell’omonima provincia, è considerata una delle città più interessanti dell’Emilia Romagna, soprattutto per il complesso di monumenti paleocristiani e bizantini che la caratterizzano, essendo stata per secoli al centro del mondo, prima come capitale dell’Impero Romano d’Occidente, con Teodorico Re dei Goti, poi come centro dell’Impero Bizantino. La città è stata apprezzata da moltissimi artisti e letterati come Oscar Wilde, Lord Byron e Dante, del quale si può visitarne la Tomba, tempietto in stile neoclassico che conserva le ossa del sommo poeta italiano, che morì a Ravenna nel 1321. I protagonisti assoluti sono i celebri mosaici che riflettono la storia antica della città, lavori di perfezione tecnica incredibile e che caratterizzano i siti patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, in tutto otto: la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, i Battisteri degli Ariani e degli Ortodossi, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e in Classe, la Cappella Arcivescovile e il Mausoleo di Teodorico. Oltre a questi monumenti si consiglia di proseguire la visita con la centrale Piazza del Popolo che segna il centro storico della città con il Palazzo del Governo (oggi sede della prefettura che occupa i due terzi della piazza) e Palazzo del Municipio, fronteggiato da due colonne veneziane di granito. Per quanto riguarda le località costiere si consigliano Marina di Ravenna e Cervia, località di vacanza tra le più rinomate; Milano Marittima, uno dei più frequentati centri balneari della costa romagnola, ricca di locali notturni. Mentre, l’immediato entroterra che abbraccia Cervia e Milano Marittima, è caratterizzato dagli specchi d’acqua dell’antichissima salina e dalla famosa Pineta di Cervia. E ancora, Faenza è famosa in tutto il mondo per l’antica tradizione della lavorazione artigiana delle maioliche e delle ceramiche, alle quali hanno dedicato dal 1908 il Museo Internazionale delle Ceramiche. Nel comune di Russi è possibile ammirare la villa romana di età augustea e a Lugo, il Pavaglione, costruito a partire dal 1771 e completato nel 1784 da Giuseppe Campana, è un imponente quadriportico, che sorge nel sito di un più antico loggiato tardo-cinquecentesco, per le esigenze del mercato dei bozzoli del baco da seta.

Toscana Firenze
cosa fare e vedere

Cosa fare e vedere a Firenze

Eccezionale città d’arte, Firenze è ricca di fascino, ad iniziare dal suo centro storico dove si possono ammirare infiniti capolavori d’arte e architetture che rievocano

Read More »
Sicilia Siracusa pesce spada alla stimpirata
enogastronomia

Cosa mangiare e bere a Siracusa

Come nel resto dell’Isola, il pesce è l’elemento centrale dei piatti tipici della provincia di Siracusa. Ad iniziare dal pesce spada alla “stimpirata” (fritto e

Read More »

Pin It on Pinterest

Share This