Cosa fare e vedere a Forlì-Cesena

Cosa fare e vedere a Forlì-Cesena

A Forlì, capoluogo della provincia, in Piazza Aurelio Saffi, il centro storico, è possibile ammirare i principali monumenti, fra cui quello dedicato a Saffi; il Palazzo del Municipio, di origine medioevale, e il Palazzo del Podestà che risale al ‘400. Sempre sulla piazza, fra gli edifici religiosi troviamo la Basilica di S. Mercuriale, antica abbazia con l’imponente campanile romanico e il Duomo. Numerosi i musei presenti, tra i quali il Museo Civico Archeologico A. Santarelli, la Pinacoteca Civica, il Museo Etnografico Romagnolo Pergoli, Villa Saffi, il Museo del Risorgimento Aurelio Saffi, il Museo Romagnolo del Teatro. Nel resto della provincia, a Cesena, in Piazza del Popolo, si trova la fontana cinquecentesca di Francesco Masini, ed il Palazzo Comunale di origine trecentesca. Poco lontano la Rocca Malatestiana, circondata dal Parco della Rimembranza, è una fortezza nata per difendere la città di Cesena; al suo interno il museo della Civiltà Contadina Romagnola, uno dei più importanti della regione. Da non perdere anche la cattedrale, edificata su un tempio romano, e la Biblioteca Malatestiana, gioiello della cultura anistica. A Montepoggiolo, nei pressi di Terra del Sole si trova una delle più ricche testimonianze preistoriche dell’Italia settentrionale, scoperta nel 1983, ricca di reperti in pietra lavorati, appartenenti al paleolitico. Mentre, Forlimpopoli, con l’imponente rocca, è sede tra l’altro, del Museo Civico Archeologico. Longiano è un borgo medievale con doppie mura di cinta su cui si aprono tre porte di accesso e con la rocca al cui ingresso è posta una vasca veneziana. Fra le località balneari celebre è Cesenatico, tra pescherecci e case del Porto Canale, la cui struttura fu disegnata da Leonardo Da Vinci nel 1502 su incarico di Cesare Borgia.

Pin It on Pinterest

Share This